domenica 25 ottobre 2009

Ciclovia dei boschi: il Marziano riapre la diramazione Trevignano-Bassano di Sutri invasa dai rovi

Sfuggito ai lavori di giardino a casa, dopo un lungo tira-e-molla con me stesso (canoa o bici?) ho deciso che i boschi mi mancavano da troppo e sono ri-andato verso Trevignano. Programma leggero, da ripresa: auto al parcheggio dopo Trevignano, salita sul primo tratto della strada Trevignano-Bassano Romano, poi ciclovia fino ad Orilo e ritorno scendendo per il sentiero Spallettoni...

Circa 35 km, non male dopo tanta canoa.

Dicevo, evaso dai lavori forzati in giardino... mi sono trovato a potare i rovi del tratto in salita, che evidentemente non è stato molto percorso. Per fortuna avevo con me un fido multiattrezzo di origine cinese (acquistato ad una bancarella dell'estate romana eretta sulla pista ciclabile...) che include seghetto, e pinze... e le pinze una mini-taglierina da giardinaggio.




Così ho passato una mezz'oretta a liberare dai rovi il passaggio... avevo appena finito quando sono arrivati due motociclisti, non da cross, ma con moto enduro 4 tempi, i quali mi hanno ringraziato sentitamente e hanno proseguito... Vabbè... Comunque andateci tranquilli, si passa.


Per il resto della giornata che posso dirvi, se non ripetere le meraviglie di quei boschi con vista sul lago... e ricordarvi che la ciclovia dei boschi è raggiungibile, bene, anche dalla stazione di Oriolo della ferrovia Roma Viterbo.


Anzi, andate senza panini, anche la domenica, e fermatevi ad Oriolo alla Bottega del Sapore, per un rifornimento di pane e porchetta, particolarmente piacevole per l'immancabile picnic.


Stavolta ne ho approfittato anche per continuare il recupero del jet-lag, e mi ho placidamente sonnecchiato una quindicina di minuti nella quite più totale.


Al ritorno al parcheggio una classica sorpresa: una banda di modellisti ne aveva preso possesso, ed era in corso una serie di sfide tra automobiline radiocomandate con motore a scoppio (2 tempi)... la vendetta dell'inquinamento!

5 commenti:

bikecity ha detto...

grande!!!!
....pensa ti vedeva la forestale....multato ciclista intento a tagliare e danneggiare la crescita naturale del bosco.......... e pensa le risate dei due motociclisti

Lug il Marziano ha detto...

Credo che il sentiero sia potabile... Infatti è ufficialmente classificato come diramazione della ciclovia dei boschi, e quindi percorribile con le biciclette...

E poi ho solo tagliato qualche ramo di rovo... Comunue vediamo, perchè ho mandato il post alla Direzione del Parco...

Un saluto.

Lug

bikecity ha detto...

sicuramente ti ringrazieranno e non solo loro ......ci mancherebbe altro.......

Conrad ha detto...

I rovi si possono tagliare tranquillamente perchè non ci sono limitazioni in tal senso. Meritorio è fare la manutenzione dei sentieri....del resto lo è ancor più di questi tempi, perchè lungo molte strade asfaltate ci sono rovi che invadono la carreggiata e nessuno fa niente!!!
In zona ci sono anche altri percorsi (lì i rovi li taglio sempre io) che consentono di raggiungere la ciclovia partendo da Manziana attraversando il bosco...se qualcuno ne avesse voglia si potrebbero mettere questi ulteriori percorsi su una piantina per ampliare le indicazioni già esistenti.

Lug il Marziano ha detto...

Una diramazione per Manziana sarebbe veramente bene accetta!

Anche perchè non riesco a capire come si facciano apercorrere i boschi alle spalle di Vicarello