mercoledì 2 aprile 2008

Difendiamoci dal caro energia con la bici

E' notizia di questi giorni che l'inflazione ha rialzato la cresta in tutta
Europa.

A tirare la volata i prezzi dell'energia e delle derrate
alimentari,soprattutto i cereali, anch'essi sotto pressione per la richiesta
di bio carburante.

Concretamente a partire dal mese prossimo abbiamo un 3% in più sulle tariffe
dell'energia elettrica ed un 4 e passa per cento su quelle del metano. In
cascata una serie di altri aumenti...

La prima cosa che mi viene in mente per contrastate questi aumenti è ridurre
i consumi di una quota corrispondente. Per esempio sostituire le lampadine
ad incandescenza con quelle a risparmio energetico, stare più attenti a
spegnere la luce quando si esce dalle stanze, staccare gli alimentatori
dalla spina quando l'apparato non deve funzionare.

Per i trasporti la risposta è un minor utilizzo del mezzo privato a motore,
riservandolo per le missioni indispensabili. Ovviamente penso all'uso della
bicicletta, e di come a Roma si stia sprecando una grande occasione di
risparmio energetico e di efficienza economica.

Una rete ampia di piste ciclabili permetterebbe a buina parte della
popolazione di convertirsi a biciletta o bici elettrica, conservando così
alcuni vantaggi tipici del mezzo privato (point-to-point, niente attese alle
fermate) ma senza incorrere negli aspetti negativi altrettanto tipici: costo
elevato di acquisto ed esercizio, impatto ambientale.

Inoltre i giovani e giovanissimi avrebbero una discreta mobilità di
quartiere senza penalizzare eccessivamente i bilanci familiari, cosa non da
poco. Non è infine da trascurare la funzione livellatrice tra i giovani.

Non più l'odiosa gerarchia macchinetta, moto, scooter, autobus, ma una parte
consistente in bicicletta, con l'infrastruttura a carico del comune.

Sta di fatto che con l'uso della bicicletta le famiglie potrebbero
risprmiare centinaia di euro l'anno, pur conservando un'ottima efficienza
nel trasporto individuale. Un primo passo per contrastare il caro energia e
aumentare l'efficienza del sistema paese.

1 commento:

BIKECITY ha detto...

porc....scusami lug... io credevo che il tuo ultimo post fosse stato:
"mercoledì 27 febbraio 2008
Moltissime biciclette"..il tuo link sul mio blog mi rimandava erroneamente sempre a quel post ed infatti pensavo: il marziano non scrive piu'? mah!...poi dopo il tuo intervento sulla casilina vecchia ho visto tutti gli altri post..accid....ma quando li ha scritti???
ora ho sistemato il tuo link.....succede...