venerdì 22 febbraio 2008

Ciampino e Zaventem

Atterrando (da passeggero) all'aeroporto di Brussels, si sorvola Zaventem, il paese adiacente all'aeroporto.

Negli ultimi metri prima dell'atterraggio, appensa fuori la rete dell'aeroporto, è possibile vedere la strada che ne costeggia l'esterno.

Una strada a due corsie, ampia, proprio come l'Appia nuova vicino all'aeroporto di Ciampino, solo che... al posto delle corsie di emergenza ci sono due belle piste ciclabili. Inoltre le piste continuano anche dentro l'aeroporto, come del resto fanno all'aeroporto di Parigi.

Si può obiettare che le corsie non hanno nessuna separazione fisica dalle corsie della strada, e quindi non offrono grande protezione ai ciclisti, ma comunque averle a Ciampino sarebbe già un bel passo in avanti.

Il vero problema è ancora una volta la volontà di spostare traffico dai mezzi di trasporto a motore alle biciclette (in effetti anche quelle elettriche vanno bene!). Infatti non ho ancora trovato una chiara politica in questo senso di aluna amministrazione comunale.

Speriamo che le bici a noleggio di stile parigino funzionino a Roma. Potrebbe essere un primo, ma importante, passo in quella direzione.

3 commenti:

BIKECITY ha detto...

PURTROPPO PENSO CHE NESSUNA AMMINISTRAZIONE COMUNALE AVRA' MAI UNA CHIARA POLITICA CONTRO I VEICOLI A MOTORE!!!!!!!
IO ORAMAI SONO ARRIVATO A TIFARE IL CAROBENZINA......
questo fine settimana il tempo a Roma e' buono
dacci dentro.....

Lug il Marziano ha detto...

Caro Bikecity,
in effetti non si tratta di lanciare una campagna contro i veicoli a motore, ma solo di spostare un pò di traffico, creando le condizioni opportune.

Domenica cercherò -appunto- di darci dentro.

BIKECITY ha detto...

per carita' nessuna campagna contro i veicoli a motore (non sarei razionale anche io uso la macchina),solo regolamentazione una seria e incisiva regolamentazione dei veicoli a motore...eheheh