lunedì 25 maggio 2009

Quando il Sindaco rischia la pelle in bicicletta

Il sindaco di Londra, Boris Johnson, ha rischiato la pelle (con alcuni suoi assessori) nel corso di un sopralluogo, effettuato in bicicletta, per verificare la fattibilità di nuove piste ciclabili.

Stava percorrendo una strada (Narrow Street, Via Stretta…) quando un autocarro con il cassone, che arrivava ad una velocità non secondaria, ha agganciato un’auto e l’ha messa di traverso. La scena è stata ripresa da una videocamera di sicurezza, e quindi abbiamo tutta la testimonianza.

La notizia mi è arrivata dal Corriere della Sera, potete anche trovare il reportage inglese a questo indirizzo. Trovate anche un saggio commento del Marziano che, come una palla di neve in cima ad una montagna, rotolerà nella coscienza ecologica degli Inglesi…

Che il Sindaco di una grande città come Londra riesca a trovare il tempo per un sopralluogo è di per se’ motivo di stupore… (anche se mi pare che Galeazzo Ciano si stupisse di come gli Inglesi riuscissero a governare un impero uscendo alle 5 del pomeriggio dal Ministero e facendo i weekend in campagna, laddove lui doveva lavorare sempre fino a sera tarda) … lo stupore è maggiormente profondo se si considera che tale sopralluogo è stato fatto per la costruzione di una rete di piste ciclabili.

Il mancato incidente è un classico della mobilità dei camion… quando il camion fa un errore, travolge tutto sulla sua strada. Per fortuna in questo caso la malasorte è toccata ad una macchina parcheggiata senza danno alle persone.

Sarà stato un problema di alta velocità? Forse, come sapete io sono favorevole alla limitazione della velocità, anche in funzione della massa. Sta di fatto che non sappiamo quanti siano i ciclisti vittime degli agganci con i mezzi pesanti.

Per il nostro Sindaco un’indicazione da seguire: in tutta Europa fervono i piani per ridurre la circolazione dei mezzi a motore utilizzando anche le bici. Questi piani si basano sulla realizzazione di piste ciclabili.
Saranno tutti scemi a Londra, Parigi, Berlino, Amsterdam, Barcellona?

2 commenti:

bikecity ha detto...

Boris Johnson, Mayor of Rome !!!...now!!!..per carità senza nulla togliere ai vari rutelli e alemanno ecc...

Lug il Marziano ha detto...

Senza togliere nulla ai nostri eroi, credo che l'elettorato sia più responsabile e premi in misura maggiore i comportamenti responsabili.

Da noi la sensazione della corsa al peggio è sempre presente.

Occorre instaurare circoli virtuosi.